Bando CREDITO ORA

Misura di abbattimento tassi d’interesse per favorire la liquidità delle Micro e Piccole Imprese dei settori dei servizi di ristorazione e per le storiche attività conseguentemente all’emergenza sanitaria Covid 19.

Regione Lombardia ha pubblicato il Bando CREDITO ORA: Misura di abbattimento tassi d’interesse in accordo con il Sistema camerale lombardo per favorire la liquidità delle Micro e Piccole Imprese dei settori dei servizi di ristorazione e per le storiche attività conseguentemente all’emergenza sanitaria Covid 19”.

Una misura straordinaria dedicata alle operazioni di liquidità finalizzata a supportare le micro e piccole imprese dei settori dei servizi di ristorazione e le attività storiche e di tradizione (riconosciute da Regione Lombardia ai sensi della L.R. 5/2019) in questa fase di difficoltà garantendo la continuità nelle attività.

Le risorse complessive messe a disposizione sono pari a 22 milioni di euro.

 

Imprese beneficiarie del contributo

 Micro e piccole imprese operanti nei seguenti settori (Codice ATECO primario):

– 56.10.1 Ristorazione con somministrazione

– 56.10.2 Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto

– 56.10.3 Gelaterie e pasticcerie

– 56.30 Bar e altri esercizi simili senza cucina

 

Oltre a tali categorie possono accedere al contributo per abbattimento tassi anche le attività storiche e di tradizione (negozi e botteghe) riconosciute da Regione (i locali storici sono già inclusi negli Ateco precedenti).

 Possono beneficiare del contributo le imprese che stipulino od abbiano stipulato dal 16 ottobre 2020 un finanziamento di importo minimo pari a € 10.000,00 e massimo di € 30.000,00 con durata da 12 a 72 mesi e con un massimo di 24 mesi di pre ammortamento.

I finanziamenti agevolati dal contributo devono essere destinati ad operazioni di liquidità, come specificato dal contratto di finanziamento, per far fronte all’attuale situazione di emergenza.

 I beneficiari devono inoltre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere microimprese o piccole imprese, come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014 della Commissione europea;
  2. b) avere la sede operativa iscritta e attiva al Registro Imprese delle Camere di Commercio della Lombardia;
  3. c) essere in regola con il pagamento del diritto camerale;
  4. d) aver assolto gli obblighi contributivi (DURC regolare);
  5. e) avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 84 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159;
  6. f) non avere forniture in essere con una delle Camere di Commercio lombarde, ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135;
  7. g) per le concessioni nel Regime Quadro della disciplina degli aiuti SA.58547 non essere in procedura concorsuale per insolvenza anche se in difficoltà al 31/12/2019 ai sensi della definizione di cui all’art. 2 punto 18 del Regolamento (UE) n. 651/2014;
  8. h) in caso di successivo inquadramento nel Regime De Minimis le imprese non devono trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa statale vigente.

I requisiti di cui alle lettere b), c), d), e), f), g) e h) devono essere posseduti dal momento della presentazione domanda fino a quello dell’erogazione del contributo. Il requisito di cui alla lettera a) deve essere posseduto alla data di presentazione della domanda.

 

Caratteristiche del contributo

L’intervento agevolativo è un contributo a fondo perduto di importo massimo di € 2.500,00 per l’abbattimento degli interessi.

E’ inoltre riconosciuta la copertura del 50%  (contributo massimo € 300,00) dei costi di garanzia di un Confidi.

L’agevolazione è concessa al lordo della ritenuta di legge del 4% ai sensi dell’art. 28 comma 2 del DPR 600/73.

Ogni impresa può presentare una sola domanda relativa a un solo contratto di finanziamento e tale contratto non deve essere già stato oggetto di agevolazione in conto interessi.

 

Tempi di presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate esclusivamente in modalità telematica con firma digitale sul sito http://webtelemaco.infocamere.it a partire dalle ore 10.00 del 12 gennaio 2021 fino alle ore 17.00 del 3 maggio 2021. La domanda può essere presentata direttamente dalle imprese, in delega ad un’associazione di categoria oppure  attraverso i Confidi.

Nel caso di Vostro interesse ad ulteriore approfondimento, Vi chiediamo di inviare una mail all’indirizzo ascomfidi@ascompavia.it

Riceverete una mail con la procedura per partecipare al bando con la nostra assistenza.

SCARICA BANDO